Brad Feuerhelm - Goobye America

50,00 

Brad Feuerhelm - Goobye America

Quindi che dire della nostra amata civiltà? Di questo spaventoso ordine delle cose che ci fa mantenere in vita la mediocrità di una politica delle piccole differenze? Meglio lasciarla a loro. È solo una questione di tempo prima che l’incessante chiacchiericcio degli eroi dello sport e delle personalità televisive si attorcigli attorno al suo sudario tricolore in maniera così soffocante da togliere anche l’ultimo alito di senso alla classe politica.” Ryan Mahan.

Feuerhelm ci accompagna lungo una sequela di immagini da lui collezionate, sulle quali attiva un processo distruttivo, un tiro al bersaglio su tutte le declinazioni del sogno americano. Nel volume sono presenti i testi di Anthony Faramelli e Ryan Mahan.

“Le immagini che Brad Feuerhelm ha raccolto, frantumato, graffiato, logorato, distrutto, mostrano il perverso nocciolo ideologico della cultura americana con una chiarezza straziante. È come se Feuerhelm stesse provando letteralmente a strappare via un simulacro per esporre il “deserto del reale”, il vuoto che è nel cuore dell’esperimento americano. Nella loro forma originale, queste foto sono portatrici di forti messaggi di comunità, libertà di consumo, e liberazione sessuale: la promessa americana che si possa “avere tutto quanto” semplicemente arrendendosi all’autorità della cultura ideologia dell’America e alla sua logica di scambio. Negando questa narrazione liberale Feuerhelm prende di mira il cosidetto “Sogno Americano” e formula una politica fondamentalmente nichilista che rifiuta la promessa di un domani migliore. È questa una politica che frantuma l’idea di un’epoca americana, non domandandosi se la storia sia giunta alla fine, piuttosto domandandosi se abbia davvero mai avuto inizio.
Forse questo è il modo di Feuerhelm per dire addio all’America. La sua maniera di abbandonare una terra promessa dove il latte si è inacidito e il miele è diventato ambra. Ma dire addio non vuol dire che se ne sia andato. Andare via è un processo che non si completa mai. Gli eventi che hanno portato alla necessità dell’intervento filosofico e politico di questo libro continueranno a tornare e a perseguitare il mondo molto dopo che l’Impero Americano sarà ridotto in cenere.” Anthony Faramelli